Irma porta lo Yoga all’Unione Italiana Ciechi a Bergamo

Irma porta lo Yoga all’Unione Italiana Ciechi a Bergamo

Cari lettori,

sono Irma Bonalumi, mi è  stato chiesto di scrivere un articolo sul corso di yoga che si tiene due volte alla settimana presso la sede dell’Unione Italiana Ciechi nella bellissima sala polivalente.

Pratico yoga da tanti anni e ritenendo salutare questa disciplina sia per il corpo che per  lo spirito di ognuno di noi, ho proposto il corso nella passata primavera per valutare se fosse una pratica gradita e scelta da più persone.

L’insegnante di yoga è Libera, una mia amica che recentemente si è specializzata nell’insegnare questa disciplina anche alle persone disabili.

Quando le ho proposto di fare questa esperienza con persone ipo e non vedenti ha immediatamente espresso grande entusiasmo e devo dire che si è subito integrata spiegandoci le diverse posizioni con un linguaggio dettagliato e preciso.
La sala nuova si presta perfettamente a questo tipo di lezioni durante le quali è  indispensabile il silenzio e una sorta di intimità che l’ambiente ci regala perché non è troppo grande e dispersivo come potrebbe essere una palestra.
Avendo avuto ottimi risultati nel primo corso primaverile, ho deciso di riproporre il corso annuale.
Quando si propone una nuova iniziativa si ha sempre un po’ di timore, invece mi devo ricredere perché il corso è iniziato con ben diciassette iscritti.

Per dare la possibilità di maggior scelta e per favorire tutti, io e Libera abbiamo pensato di proporre due lezioni settimanali anche per accontentare le persone che desiderano frequentare il corso due volte alla settimana.

Dire a parole cos’è lo yoga mi risulta un pó difficile, così ai nuovi corsisti do la possibilità di provare la pratica almeno due volte prima di passare alla vera e propria iscrizione.

Lo yoga non è una ginnastica anche se si fanno esercizi fisici, é una disciplina per il corpo, la mente, l’anima e serve a farci vivere meglio. Ogni movimento é dolce e delicato e la respirazione consapevole regala grazia ad ogni posizione.
É importante arrivare in orario alle lezioni, spegnere il cellulare ed evitare il chiacchiericcio così che ci si possa concentrare e liberare la mente da ogni pensiero invasivo, cullati da una dolce melodia.
Dimenticavo di aggiungere che a farci una dolce compagnia ci sono anche i nostri meravigliosi amici a quattro zampe Lisa e Linda.

Spero di essere stata esaustiva, un Om di tanta pace a voi tutti.